mercoledì 16 gennaio 2013

I RIMEDI DELLA NONNA: il latte d'asina

Non si tratta esattamente di un ingrediente facilmente reperibile nelle nostre dispense o al supermercato vicino casa (magari!!!) ma voglio comunque condividere con voi le informazioni avute in merito al latte d’asina che, fin dall’Antico Egitto, è considerato un valido alleato per la bellezza della pelle (chi ha letto il post al link http://magicisegreti.blogspot.it/2013/01/i-preferiti-2012-skin-care-body-care.html saprà che il mio sapone preferito contiene questo elemento).



                                    



Se si pensa a questo prezioso ingrediente è impossibile non ricordare le leggende che narrano come Cleopatra solesse immergersi in bagni di bellezza nel latte d’asina per mantenere intatta la propria bellezza e la giovinezza della propria pelle: si tratta, quindi, di un prodotto antico e utilizzato da sempre, riconducibile alla notte dei tempi. Si narra che il latte necessario a queste cure quotidiane richiedesse ben 700 asine.

Si racconta che anche Poppea, moglie dell’imperatore Nerone, amasse utilizzare questo prezioso elemento come trattamento di bellezza per mantenere elastica la pelle del proprio corpo, a conferma che anche i romani ne facessero uso e ne conoscessero le virtù terapeutiche.

Ma quali sono le sue reali proprietà?

Ciò che rende prezioso questo latte è la presenza di vitamine e acidi grassi essenziali (quelli che l’organismo riesce a produrre in basse quantità o addirittura non produce affatto), considerato molto simile a quello materno.

Non solo, ma soprattutto il bassissimo contenuto di grassi (circa 0,25/0,3 rispetto a circa il 3,8 del latte di capra) e l’alta percentuale di lisozima lo contraddistinguono come un latte particolarmente pregiato. Il lisozima in particolare, scoperto nel 1922 da Alexander Fleming mentre stava svolgendo una ricerca mirata per scoprire farmaci antibiotici, conferisce un’ azione finalizzata a proteggere l’organismo dal continuo pericolo delle infezioni batteriche. Si tratta di un piccolo enzima che attacca la parete cellulare dei batteri.

Sono proprio queste le caratteristiche per cui risulta molto apprezzato anche dalla cosmetologia e gli acidi grassi insaturi, le vitamine A, B2, C ed E ( che svolgono un’azione antiossidante) e gli Omega 6 (che aiutano la pelle all’assorbimento delle vitamine) lo rendono molto ricercato, inoltre i sali minerali presenti sono considerati utili alla pulizia della pelle (consentono di eliminare le cellule morte).


                                             


Per le innumerevoli virtù presenti è considerato un elemento molto ricercato anche oggi.                                                 

                                      
                                                                    Sara