giovedì 21 marzo 2013

ERBOLARIO: Mascara Intensificante (con olio di ricino e cera d'api)


Speciale Make up!

Oggi voglio parlarvi di un prodotto con cui ho avuto un iniziale rapporto di amore-odio: si tratta del MASCARA INTENSIFICANTE di Erbolario.


Erbolario, infatti, alcuni mesi fa ha lanciato la sua linea di makeup composta da diversi prodotti caratterizzati tutti dal fatto che:
  • sono privi di parabeni
  • sono privi di conservanti cessori di formaldeide
  • sono privi di acrilati
  • non contengono siliconi
  • non contengono ingredienti derivati da organismi geneticamente modificati
  • totale assenza di oli minerali
  • non contengono PEG-derivati
  • assenza di profumo
  • sono monitorati del contenuto di 7 metalli per minimizzare la loro presenza (nichel, piombo, arsenico, cadmio, mercurio, antimonio e cromo) per salvaguardare anche pelli e occhi più sensibili
  • sono valutati per l'eventuale potenzialità di irritazione e di allergogenesi attraverso una sperimentazione clinica

Ho acquistato questo mascara nella mia erboristeria di fiducia indecisa davanti a tanti simili ma sicura che era giunto il momento di utilizzare un prodotto con degli ingredienti più naturali anche per le mie ciglia. Si tratta, quindi, del mio primo mascara di un brand più naturale rispetto a quelli che usavo in passato.
Ho iniziato ad utilizzarlo a dicembre 2012, quindi circa 3 mesi fa. Nell'acquistarlo sono andata un pò ad occhi chiusi, infatti, non avendo letto recensioni in merito, l'ho scelto per la fiducia che ho nei confronti di Erbolario.


Vediamo l'INCI:
aqua, cera alba, silica, polyglyceryl 4 laurate/succinate, cellulose, glyceryl stearate, cera carnauba, ricinus communis oil, tocopheryl acetate, hydroxyethylcellulose, aminomethyl propanol, potassium sorbate, sodium dehydroacetate, caprylyl glycol, hexylene glycol, phenoxyethanol. Può contenere CI 77499

La confezione contiene 9 ml di prodotto per un costo di 12,00 euro e si presenta molto semplice in un tubetto grigio con uno scovolino classico in fibra (non con setole in silicone).


Le sue sostanze funzionali sono l'olio di ricino che svolge un'azione nutriente e ristrutturante e le cere d'api e carnauba che hanno l'obiettivo di modulare e accrescere lo spessore e la lunghezza delle ciglia.

Il mio rapporto con questo mascara è stato, in un primo momento, di amore/odio, infatti inizialmente ho avuto non poche difficoltà nel gestirlo. Il fatto che contenesse l'olio di ricino mi ha convinto ancora di più ad acquistarlo proprio perchè pensavo che, qualora si fosse seccato in anticipo, avrei potuto rimediare aggiungendolo io.
In realtà questo mascara è abbastanza liquido, quindi penso proprio che arriverà alla sua fine senza bisogno di aggiunte.
Il fatto che sia così liquido, più di tutti quelli che ho provato fin'ora, mi ha creato, e spesso se vado di corsa mi crea ancora (lo noterete dalla foto), qualche problema nell'applicazione perchè non essendoci abituata spesso mi sporco l'occhio.
L'altro lato negativo è che non ha una tenuta estrema come ero abituata ad avere con gli altri mascara (tipo quelli della Kiko), infatti a fine giornata spesso mi capita che il nero non è più così evidente e, avendo anche gli occhi che mi lacrimano molto facilmente, spesso trovo minime (ma davvero poche, se non si guarda con uno specchio ingrandente non si vede!) quantità di prodotto sotto le ciglia inferiori.

Come mi sono trovata?
Tolto il periodo di adattamento iniziale, ora mi trovo abbastanza bene per una serie di motivi.
Informandomi un pò ho scoperto che è tipico dei mascara più naturali non avere una tenuta perfetta tutto il giorno. Nello specifico questo di Erbolario a fine serata è ancora molto evidente, non va via del tutto...diciamo che dopo diverse ore non si ha più quel nero intensissimo come appena applicato.
In genere non ho tante pretese da un mascara...avendo delle ciglia già abbastanza lunghe cerco più che altro un pò di volume. Questo mascara soddisfa pienamente questa mia esigenza perchè conferisce un bel nero intenso e lucido rendendo le ciglia più lunghe e voluminose. Lo trovo anche abbastanza modulabile ed è molto delicato....non mi ha mai dato fastidio nè durante l'applicazione nè mentre mi struccavo.

Vediamo ora le prove con qualche foto...

Le mie ciglia al naturale

In questa foto ho fatto una prima passata di prodotto abbastanza velocemente e mi sono un pò sporcata all'attaccatura delle ciglia come spesso mi capita se non gli presto molta attenzione.

L'effetto dopo una seconda applicazione del mascara

Nelle due foto sottostanti mostro le ciglia dopo aver tenuto il mascara circa nove ore...





Lo ricomprerei?
Nonostante a volte devo ancora prestare attenzione ad utilizzarlo perchè (sarò imbranata io!!) se vado troppo di fretta rischio di sporcarmi un pochino, lo ricomprerei perchè comunque si tratta di un prodotto con un buon INCI (almeno per me che prediligo prodotti naturali senza essere però "un'integralista"), con un bell'effetto sulle ciglia e di facile reperibilità. Non ho ancora provato ad utilizzarlo con un altro scovolino ma qualora dovessi farlo vi metto un aggiornamento in questo stesso post.

Il prossimo mascara in attesa di essere utilizzato è l'Occhioni di Neve Cosmetics...magari, se vi interessa, non appena l'avrò testato vi posso fare un paragone.

Fatemi sapere se avete questo prodotto di Erbolario e come vi trovate.
Purtroppo il mascara è tra quella parte di makeup che è ancor più soggettiva di molte altre quindi dipende tanto dalle ciglia che abbiamo.

Aspetto anche vostri riscontri...in modo che insieme riusciamo a mettere insieme più giudizi di uno stesso prodotto. Vi chiedo sempre di lasciare tanti commenti proprio perchè la mia esperienza può non essere uguale alla vostra e interagire tra noi è sempre molto utile per rendere un articolo più completo!

Grazie a tutti e buon giovedì!

SARA