sabato 9 febbraio 2013

SKIN CARE: la pulizia del viso




La pulizia del viso è considerato dagli esperti un trattamento necessario per mantenere una pelle sana e prevenirne gli inestetismi.
Per ottenere questi risultati occorre cercare di rimuovere le impurità e le cellule morte che tolgono luminosità alla nostra pelle e le impediscono di assorbire i trattamento che le applichiamo.

In passato le nostre nonne ricorrevano ai tradizionali suffumigi o ad impacchi caldi, mentre oggi, sempre più spesso, ci si affida a centri estetici specializzati che ricorrono ad apparecchiature di ultima generazione.

Nessuno, però, ci vieta di continuare ad utilizzare i metodi del passato che, con qualche accorgimento, risultano essere altrettanto efficaci e sicuramente più economici. Io sono tra coloro che preferiscono ricorrere ai rimedi homemade e per questo oggi vorrei condividere con voi i piccoli step che faccio periodicamente per pulire più a fondo la mia pelle.

Premetto che ognuno di noi ha una pelle diversa dall'altro e quindi è assolutamente necessario identificare il proprio tipo per ricorrere ai giusti prodotti; la mia è una pelle che va dal normale al misto quindi i prodotti che vi elencherò sono quelli con cui ottengo risultati migliori.


Eseguo la mia pulizia del viso a seconda delle esigenze della mia pelle, generalmente una volta ogni 15 giorni ma non è detto che utilizzi sempre questo metodo. Infatti se non noto particolari problematiche ricorro ad un tipo di pulizia più leggera (che vi mostrerò più avanti).



Gli step che faccio sono pochi ma efficaci:
  • Detergo accuratamente il viso utilizzando un prodotto adatto alla mia tipologia cutanea.

  • Successivamente procedo con uno scrub che mi permette di eliminare le cellule morte. Ormai per questo compito da anni mi affido solo ed esclusivamente al MIELE (gli ho dedicato un post apposito qui) con l'aggiunta di un pò di zucchero se è abbastanza liquido, ma se presenta una consistenza granulosa lo utilizzo da solo.

  • Uno step, a mio avviso, fondamentale per aprire i pori della pelle è il vapore che mi permette così di poterla pulire realmente a fondo. Attualmente utlizzo la sauna facciale della Medicura e mi trovo benissimo perchè permette di regolare l'intensità in modo che il vapore non sia troppo caldo, ma in passato ho fatto tanti suffumigi (con pentola e acqua calda!!). All'interno della sauna per aiutarmi a purificare bene la pelle metto una goccia di Tea Three Oil (quando usavo pentola e acqua calda usavo invece le fumantine di Lush). Generalmente più di 10/15 minuti non resisto!

  • Il passo successivo nei vari centri estetici è generalmente quello di rimuovere i comedoni manualmente. Sinceramente per il mio tipo di pelle lo trovo un metodo troppo aggressivo. Non rinuncio totalmente a questo step ma mi aiuto con i famosissimi cerottini della Essence (economici e sufficientemente efficaci!) con cui (nonostante l'INCI) mi sono sempre trovata bene.

  • Appena rimuovo questo prodotto pulisco la zona da eventuali residui e applico una maschera purificante. Da circa due anni utilizzo Terra Madre di Lush (ex Chocolat) alternata con qualcosa di preparato in casa come una maschera all'argilla bianca e rhassoul ma spesso riacquisto anche la Pasta per Maschere e Impacchi della Bjobi all'argilla bianca, che è davvero ottima sia da sola sia con l'aggiunta di altri ingredienti. Se dopo questi trattamenti noto che la mia pelle è un pò secca allora applico anche una maschera nutriente come la Cleopatra di Lush o quella della Geomar presente nella foto. Durante il tempo di posa cerco di applicare qualche trattamento anche per attenuare le occhiaie (ma per questo farò un post a parte!).
  • Dopo aver rimosso le maschere procedo con un tonico...attualmente alterno l'acqua termale di Avene (che più che tonificare lenisce) al tonico Suhada che non amo molto (ma devo cercare di terminare)

  • Infine, una volta che la mia pelle ha ben assorbito il prodotto procedo con l'idratazione. Non ho una crema di riferimento, generalmente utilizzo qualcosa di più nutriente della mia solita crema giorno oppure applico e massaggio un fluido se vedo che la mia pelle non necessita di uteriore idratazione (come quando utilizzo la Cleopatra).

Queste sono le piccole fasi della mia pulizia del viso periodica...descritte così sembra ci vogliano delle ore, in realtà si può fare anche mentre si legge un libro o si sta studiando ed è più facile a dirsi che a farsi.
L'importante è cercare di utilizzare sempre dei prodotti adatti alla propria tipologia di pelle per ottenere dei migliori risultati.
Inoltre sto sempre attenta a farla nei giorni in cui so che non ho particolari impegni perchè lascio respirare la mia pelle senza trucco per almeno le 24 ore successive, in modo che anche i pori abbiano tutto il tempo per richiudersi.

E voi seguite una routine precisa per la vostra pulizia del viso?
Se avete scritto un post su questo argomento linkatemelo così vado subito a leggerlo ed è più facile, per chi legge l'articolo, andare a trovare anche il vostro!

SARA